MTSM Istituto Turismo Cuore 1 Associazione Musicale Protezione civile Tagliacozzo
ICT Global Service Nuovo Architetti Germani Fini Sferica 3D Senalfa snc
  • Italiano

You Can Go - Portale del Turismo (Abruzzo, L'Aquila, Marsica, Valle Roveto)

Il giro del Monte Sirente

Collarmele (AQ)

Itinerario di grande soddisfazione ma di notevole impegno fisico. Il percorso permette di effettuare il giro di uno dei gruppi più belli dell'Appennino centrale facendone apprezzare la molteplicità degli aspetti naturalistici. Dalla conca del Fucino, alla Val d'Arano, alle faggete dell'Anatella, alle ripide pareti del versante ovest. Per evitare alcune incertezze nelle piste da seguire si consiglia un preventivo esame a tavolino della carta topografica . Esiste la possibilità di una variante alpinistica tra il km 14,7 ed il km 44,1.

DESCRIZIONE PERCORSO

Km 0,1 - 835 mslm
Al km 135,2 della Tiburtina, un centinaio di metri dopo il cimitero, prendere la sterrata a sinistra in discesa. Si prosegue per un paio di chilometri con lievi saliscendi in direzione di Aielli.

Km 2,2 - 894 mslm
Si supera un quadrivio con un crocifisso sulla sinistra ed un cancello sulla destra proseguendo sulla sterrata di fronte. Dopo circa un chilometro, superato un fossetto, dobbiamo affrontare una breve rampa al 18% che toglie il fiato.

Km 3,4 - 944 mslm
All'altezza di un tornante ci si immette sulla strada asfaltata che sale verso Aielli

Km 4,3 - 1004 mslm
Giunti ad Aielli si gira a sinistra in direzione stazione. Si scende su asfalto con un paio di tornanti dentro al paese

Km 5,1 - 940 mslm
Di fronte ad un fontanile si lascia l'asfalto e si prende la sterrata a destra. Si prosegue in piano per 800 m fino ad incontrare un grande fontanile in corrispondenza di un quadrivio. Si continua dritto sulla sterrata principale. Da qui si comincia a salire con ampi tornanti verso Vado Castello e i Prati di S.Maria. La pendenza non è proibitiva ma occorre sudare per 9 km. Qualche difficoltà negli ultimi due chilometri per il fondo ghiaioso
Km 14,7 - 1529 mslm
Superato l'ultimo tornante la sterrata prosegue in piano e dopo aver piegato verso sinistra sembra perdersi nei prati di S. Maria. Si prosegue per circa un km su pista a tratti erbosa per ritrovare poi una evidente sterrata che sale verso il valico

Km 16,7 - 1588 mslm
Giunti alla sella, quota massima della giornata, si prende la sterrata in discesa in direzione Ovindoli - Val d'Arano

Km 20,3 - 1328 mslm
Arrivati nella verde Val d'Arano si gira a destra

Km 21,2 - 1328 mslm
Superato il ponticello si gira a destra su asfalto arrivando in un paio di km alle prime case di Ovindoli

Km 23,2 - 1333 mslm
Per chi desidera, prima di Ovindoli si può tagliare verso destra tagliando fuori il paese e dirigendosi verso Rovere. Noi abbiamo preferito una sosta ristoratrice in piazza prendendo la strada di sinistra (contromano!).
A luglio '10 Giovanni ci ha segnalato: ""è possibile continuare fino a Rovere sempre su 
STERRATA, infatti sono stati appena ultimati i lavori di una bellissima ciclabile sterrata sulla destra (segnavia IPPOVIA, direzione: Fonte Anatella). La ciclabile è percorribile anche da chi sceglie di fare sosta ad Ovindoli in quanto corre parallela pochi metri a destra della asfaltata per Rovere giungendo DIRETTAMENTE al km 28,7"

Km 23,9 - 1353 mslm
Dopo la sosta si riprende l'asfalto verso Rocca di Mezzo - L'Aquila pedalando in piano nell'altipiano delle Rocche.
Km 28,3 - 1334 mslm
Giunti a Rovere, superato il semaforo, si volta a destra verso il paese. Dopo 100 m nuovamente a destra in direzione cimitero - fonte Anatella

Km 28,7 - 1344 mslm
Prima del cimitero superare il ponticello sulla destra e prendere la sterrata che prosegue verso la piana sottostante. Si supera un fontanile accanto ad una alta recinzione. Misurare 600 m esatti dal fontanile.

km 29,3 - 1300 mslm
Fare attenzione a prendere il sentiero che si stacca sulla destra (radi segni giallorossi) in corrispondenza di un "omino" (pietre sovrapposte). Il sentiero, soprattutto nel tratto iniziale, non è molto pedalabile ma ci consente di rimanere in quota senza scendere nella piana sottostante

km 30,4 - 1305 mslm
Il sentiero si immette su una larga pista decisamente più pedalabile

km 31,0 - 1342 mslm
Ad una sorta di quadrivio in corrispondenza di un grosso faggio sulla destra con segnale giallorosso si prosegue dritti. Al bivio seguente si prosegue sulla sinistra.

km 32,2 - 1365 mslm
Si incontra la recinzione della riserva faunistica di fonte Anatella. Su traccia più o meno evidente la seguiamo verso destra per circa 500 m fino al termine. Si scende liberamente nel prato seguendo la recizione

Km 32.8 - 1344 mslm
Al termine della breve discesa si incontra una sterrata che prendiamo verso destra. Si percorrono oltre 4 km in discesa nella splendida faggeta della Anatella

km 37,3 - 1129 mslm
Si arriva nella piana di Secinaro in corrispondenza di un area pic nic. Si gira a destra percorrendo 500 m su asfalto

km 37,9 - 1142 mslm
Prima che la strada inizi a salire si gira a destra prendendo la sterrata che dopo poco si inoltra nuovamente nel bosco

km 40,1 - 1263 mslm
Si prosegue sulla traccia principale ignorando un paio di deviazioni sulla sinistra

km 40,7 - 1317 mslm
Si incrocia e si supera il sentiero che sale verso il Sirente (su un albero a destra indicazione "vetta"). Al termine della salita un basso cancello si apre sul'ampio pianoro di Fonte Canale. Si segue la pista che costeggia il pianoro sulla destra fino al fontanile che rimane più in basso a sinistra

km 44,1 - 1360 mslm
Superato il fontanile con il vicino laghetto si incontra una bella sterrata che dopo un tratto iniziale relativamente pianeggiante inizia a scendere verso valle. In alcuni punti più ripidi fare attenzione al fondo ghiaioso. Dopo l'inizio della discesa, fare ATTENZIONE al cancello di filo metallico poco visibile (filo elettrificato non segnalato).

km 49,6 - 997 mslm
Si incrocia una strada asfaltata proveniente da Gagliano Aterno. Si gira a destra in salita. Dopo un paio di km termina l'asfalto e si continua a salire fino ad un valico. E' l'ultima fatica della giornata

km 52,9 - 1167 mslm
Subito dopo il valico si costeggia sulla sinistra la bella piana del Baullo dove si narra che S.Francesco operò un miracolo. Si inizia poi a scendere su ottimo fondo

km 58,6 - 943 mslm
All'altezza del grande Fontanile del Cituro si ritrova l'asfalto. Il panorama è dominato dalle bianche pale dei generatori eolici di Collarmele

km 60,2 - 877 mslm
In corrispondenza di una centrale elettrica incrociamo la Tiburtina. Giriamo verso destra tornando, in meno di un km, al punto di partenza.

Punto di partenza: Collarmele
Lunghezza: 62 km
Ascesa totale: 1520 m 
Quota massima: 1590 mslm
Tempo in sella: 5h 40m
Sterrato: 80 %

Fonte:www.paolaegino.it

Commenti Youcango Recensioni

    • Al Momento non ci sono Recensioni pubblicate!

Inserisci una Recensione

  • Si prega di inserire recensioni riguardanti il punto di interesse.- Recensioni ritenute offensive verranno eliminate.- E'; severamente vietato qualsiasi tipo di spam.- Tutti i campi sono obbligatori.
  • Per poter inviare il messaggio occorre inserire il testo visibile nell'immagine!
    Per poter inviare il messaggio occorre inserire il testo visibile nell'immagine!
  • INFO

    • Il giro del Monte Sirente
    • Collarmele (AQ)
    • Collarmele AQ
    • LATI:  42.0640344
      LONG: 13.6283804
    • Traccia per oziExplorerTraccia per oziExplorer

    • - Mountain bike


Sei il visitatore N.: 1413819
Powered by ICT Global Service srl