MTSM Istituto Turismo Cuore 1 Associazione Musicale Il faro 24 Protezione civile Tagliacozzo Tagliacozzo Eventi
ICT Global Service Nuovo Architetti Germani Fini Sferica 3D Senalfa snc
  • Italiano

You Can Go - Portale del Turismo (Abruzzo, L'Aquila, Marsica, Valle Roveto)

Sentiero n. 3: VIA DEGLI AVEZZANESI - Canistro (AQ)

Canistro (AQ)

Sentiero n. 3: VIA DEGLI AVEZZANESI - Canistro (AQ)
La “Via degli Avezzanesi”, poiché porta ad Avezzano, segnato in bianco e rosso, a differenza degli altri due si snoda nella “Montagna di Sotto”.
Il trekking parte dal cimitero di Canistro Inferiore. Seguendo un breve sentiero in forte pendenza si arriva, in pochi minuti, alla SS. 82. Traversata velocemente la strada (attenti alle macchine!), si imbocca la via del “Renaro”. Dopo circa 20/25 minuti di cammino, oltrepassata la galleria artificiale della Superstrada del Liri, si imbocca “Jo Funno della Portella” (sulle carte antiche il sentiero è denominato “Ara del Maestro”). Da qui, dove si gode una bella vista su Canistro e sulla vasca di carico della centrale “Pratofranco”, il sentiero, molto bello, entra in un bosco di conifere, frutto di un rimboschimento dei primi anni ’50 del ‘900. Dopo circa mezz’ora di cammino (in inverno è possibile ammirare numerosissimi pungitopi), si lascia il sentiero principale che prosegue verso ”Fossa Ferriera” e poi per la vetta del Monte Bello (q. 1.563), si svolta, a quota 985, repentinamente a sinistra (a destra si va verso Civitella) e si imbocca la “via degli Avezzanesi”. Il sentiero si restringe e si fa meno visibile (non preoccupatevi, però, ci sono sempre i segni bianco-rossi a guidarvi). In circa 1 quarto d’ora di cammino si raggiunge lo spiazzo della “Ariola” (3,2 Km dall’inizio del percorso, a poche decine di metri dal sentiero) una bella balconata fiorita, un tempo coltivata a lupini, da dove si ha una superba vista su Canistro ed i Simbruini. Riprendendo il sentiero, si prosegue verso nord in mezzo a giovani boschi di quercia, interrotti da bei ginepri alcuni dei quali, superata la località “I Pretari”, molto grandi. In circa un’ora di cammino dalla “Ariola” si arriva ad una fonte, detta “Pantaneccia” (5,3 Km dall’inizio del percorso), quasi asciutta in estate, luogo frequentato dai numerosi animali che popolano l’area: caprioli, cinghiali, lepri e, da qualche anno, anche lupi. Proseguendo per qualche decina di metri si arriva ad un bivio ( fare attenzione ai segni sui sassi). Qui l’escursionista ha due alternative: o svoltare a destra o, invece, proseguire nella stessa direzione di marcia.
Nel primo caso, svoltando a destra, dopo pochi metri, a quota 1.119, ci si rituffa, scendendo, in un bosco di faggi in direzione della chiesa della “Trinità” che si raggiunge dopo circa un’ora di marcia, seguendo un bel sentiero “riscoperto” con il determinante supporto del Prof. Paolo Di Stefano, docente universitario e “geografo” per hobby. Il sentiero, sempre evidente, della lunghezza di poco più di 3 kilometri, contrassegnato da segni bianco-rossi sugli alberi e sui sassi, sbocca sulla sterrata di “Valle Fredda”, sotto la chiesa. Da qui o si percorre, salendo, la sterrata e si arriva alla chiesa, da dove, in 3 quarti d’ora, si raggiunge Luco dei Marsi, scendendo lungo un’altra sterrata che costeggia il luogo di culto; oppure dopo il laghetto si svolta a sinistra e si segue, seguendo i segni bianco-rossi, un’evidente sterrata che traversa tutta la sella tra il Fucino ed i Piani Palentini. Dopo circa 30 minuti di cammino, ad un evidente bivio, o si scende repentinamente in basso verso Avezzano seguendo i segni bianco-rossi fino all’imbocco di Via S.Francesco (in circa 45 minuti dal bivio); oppure proseguendo nella stessa direzione di marcia si raggiunge, in circa un’oretta di cammino, il santuario di Petraquaria.
Invece, nel secondo caso, proseguendo nella stessa direzione di marcia, l’escursionista dopo pochi minuti raggiunge il piccolo altipiano chiamato “Termini”: a destra la vista spazia verso il Fucino e le numerose montagne che lo coronano; a sinistra in basso, verso Canistro ed in alto si ammirano le vette dei maestosi e freschi Simbruini. Da qui, sempre seguendo il sentiero segnato in bianco-rosso, si arriva ad un traliccio (10 minuti dalla “Pantaneccia”), si inizia a scendere e in circa 40 minuti si arriva ad un traliccio di alta tensione. Dopo un’altra buona mezz’ora di marcia, sempre scendendo il sentiero (nei pressi del quale sono ancora evidenti le postazioni antiaeree tedesche risalenti alla II Guerra Mondiale), si arriva alla SS 82, nei pressi di una nicchia dove è collocata una piccola Madonnina (località “La Madonella”), qualche centinaio di metri dopo l’inizio del muraglione di Capistrello. Qui avete due alternative: o tornate al luogo di partenza percorrendo per qualche kilometro la strada, o scendete in basso verso il Liri. Guardando la carta, vi renderete conto che, seguendo un percorso a ferro di cavallo, avete attraversato con qualche ora di bella marcia tutta la “Montagna di Sotto”.

Fonte: "L@ Fonte, Anno II, N. IV, agosto 2012", A Zonzo nella “Montagna di Sopra” e nella “Montagna di Sotto”, Sergio NATALIA, il quale ha ripulito il sentiero con il supporto dell’Assessore Massimiliano Bisegna

 

  • Tipo sentiero: Sentiero Turistico

  • Itinerario di ambito locale su carrarecce, mulattiere o evidenti sentieri. Si sviluppa nelle immediate vicinanze di paesi, località turistiche, vie di
    comunicazione e riveste particolare interesse per passeggiate facili di tipo culturale o turisticoricreativo. (Nella scala di difficoltà CAI è classificato T - itinerario escursionistico-turistico).

  • Difficoltà: T - Turistico o per tutti

  • Percorsi facili, Itinerari che si svolgono su stradine, mulattiere o su sentieri ben tracciati con percorsi brevi, ben evidenti e che non pongono incertezze o problemi di orientamento. Alla portata di tutti, anche di chi non ha mai praticato questo tipo di attività, non richiedono particolare esperienza o preparazione fisica. Dislivello mediamente non superiore ai 500 m.

  • Tempo di percorrenza

  • 4h 45min
  • Dislivello

  • 601 mt Lunghezza: 5,72 km
  • Luoghi Attraversati

  • - Canistro  
    - Capistrello  
    - Civitella Roveto  

Punti di interesse vicini

Commenti Youcango Recensioni

    • Al Momento non ci sono Recensioni pubblicate!

Inserisci una Recensione

  • Si prega di inserire recensioni riguardanti il punto di interesse.- Recensioni ritenute offensive verranno eliminate.- E'; severamente vietato qualsiasi tipo di spam.- Tutti i campi sono obbligatori.
  • Per poter inviare il messaggio occorre inserire il testo visibile nell'immagine!
    Per poter inviare il messaggio occorre inserire il testo visibile nell'immagine!


Sei il visitatore N.: 1080260
Powered by ICT Global Service srl